Browsed by
Autore: Alice

Organizzare un viaggio in Thailandia senza agenzie

Organizzare un viaggio in Thailandia senza agenzie

è possibile organizzare un viaggio in Thailandia da soli? Assolutamente si, serve solo tanta pazienza…

DSC_0073

1 – PROGRAMMARE LE TAPPE

Con la cartina alla mano abbiamo deciso quale città avremmo voluto assolutamente visitare. Sceglierle non è stato assolutamente semplice, per questo prima di tutto ciò abbiamo fatto una full immersion di blog e video su youtube. Mi sento assolutamente di consigliarvi:

Schermata 2016-08-30 alle 17.00.49

2 – FISSA IL TUO BUDGET

Dopo aver fatto “due conti” ci siamo fissati il nostro budget, la somma che non dovevamo assolutamente superare.

Thai-Baht-Medly-2013-09-06

3 – I VOLI 

La categoria dei voli va divisa in:

  • Voli Andata / Ritorno; Questi sono stati in assoluto la spesa maggiore di tutto il viaggio. Con skyscanner abbiamo visto i prezzi di tutte le compagnie aeree e alla fine abbiamo deciso di volare con Emirates. Siamo partiti dall’aeroporto di Milano (Malpensa), fatto scalo all’aeroporto di Dubai e infine atterrati all’aeroporto di Bangkok (suvarnabhumi); idem il ritorno. I due voli sono durati entrambi 6 ore mentre lo scalo 2,5 / 3 ore.
  • Voli interni; Per questi ci siamo affidati a due delle maggiori compagnie del paese. La Thai Airways (la compagnia di bandiera) e la Bangkok Airways .

Ricordatevi che per acquistare un qualsiasi volo con queste compagnie (esclusa la Emirates) il titolare della carta con cui pagate i biglietti deve essere assolutamente un passeggero ed essere presente al momento dei controlli.

DSC_0063

4 – GLI HOTEL

Per la prenotazione degli hotel mi sono affidata al mio sito di fiducia: booking. Noi, per questione di tempo e comodità, abbiamo preferito prenotare tutto dall’Italia ma tantissimi decidono di prenotare gli hotel direttamente sul posto. In Thailandia ci sono strutture per tutte le tasche, dagli ostelli a 15 euro a notte ai 5 stelle extra lusso.

Ricordatevi che per acquistare il soggiorno in un hotel è preferibile che voi siate il titolare della carta con cui avete pagate e soprattutto che la carta sia con voi!

DSC_0117

5- ASSICURAZIONE

Andare in Thailandia senza assicurazione è da pazzi visto che se dovesse succedere qualsiasi cosa sarete voi a pagare! Noi ci siamo affidati a columbus assicurazione anche se fortunatamente durante il viaggio non abbiamo avuto bisogno dei loro servizi.

Sarà possibile stipulare un’assicurazione per l’assistenza sanitaria, i bagagli e la cancellazione del viaggio.

DSC_0723

6 – PASSAPORTO E VISTO

  • Passaporto: è necessario averne uno con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’arrivo e almeno due pagine libere rimanenti per l’apposizione del visto;
  • Visto: esistono differenti tipi di visti. Noi abbiamo fatto il Transit Visa (visa on arrival), gratuito e valido per un periodo di massimo 30 giorni.

Se il vostro viaggio durerà più di 30 giorni cliccate qui per gli altri visti disponibili.

DSC_0060

7- VACCINI

Nessun vaccino è obbligatoria per entrare all’interno del paese.

Ricordatevi di portare uno spray contro le zanzare, bere solo acqua sigillata e controllare attentamente tutto ciò che mangiate.

DSC_0525

8 – PROGETTARE UN ITINERARIO

Questo punto è molto suggestivo. Noi personalmente non amiamo partire alla “cieca” ma preferiamo farci un’idea prima di cosa vedere e fare.

DSC_0360

 

Chatuchak Market

Chatuchak Market

Il chatuchak Market è forse uno dei più grandi e famosi mercati di tutta l’Asia, se non del mondo. In passato era un punto di ritrovo prettamente dei grossisti mentre oggi è una vera e propri meta turistica.

DSC_0012

Perché merita una visita?

Qui potrete trovare veramente di tutto, anche l’impensabile!

  • Antiquariato, artigianato e souvenir;
  • Abbigliamento e accessori;
  • Cibo e bevande;
  • Elettrodomestici e arredo per la casa;
  • Animali domestici;
  • Piante e giardinaggio.

DSC_0005

Nei suoi 35 ettari e oltre 15000 bancarelle c’è solo l’imbarazzo della scelta. Appena arrivati vi sentirete persi nella sua immensità e dal suo caos, ma in tutto ciò c’è un ordine. Il mercato è formato da una serie di vicoli (Soi 1, Soi 2, Soi 3 ecc.,) che a loro volta sono raggruppati in 27 settori. Per non perdersi basterà usare la torre dell’orologio come punto di riferimento.

DSC_0009

Come arrivare?

Il metodo piu’ facile per raggiungere il mercato è sicuramente lo skytrain, scendendo al capolinea  Mo Chit. Dalla fermata basterà seguire tutta la folla di gente che vi condurrà a destinazione (circa 300 metri).

DSC_0008

Orari d’apertura

Il mercato è attivo solo durante i weekend (sabato/domenica) dalle 9 alle 18.

DSC_0010

Qualche consiglio

  • Se avete acquistato la guida Lonely Planet a pagina 145 c’è una pratica cartina di tutto il mercato;
  • Il mercato chiudo verso le 18:00 ma già 1 ora ammezza prima molte bancarelle cominciano a chiudere quindi cercato di ritagliarvi il tempo sufficiente per visitarlo con calma;
  • Come in tutta l’Asia qui vige l’arte della contrattazione, non acquistate mai l’oggetto al prezzo proposto dal venditore ma giocate al ribasso!
  • chatuchak-market-bangkok-map

DSC_0003

ITINERARIO 3 GIORNI – MADRID

ITINERARIO 3 GIORNI – MADRID

Per chi, come noi, non è un grande amante dei musei 3 giorni per visitare la città sono più che sufficienti.

DSC_0524

Per il volo abbiamo optato due delle più famose compagnie aeree low cost:

  • All’andata siamo partiti con Ryanair dall’aeroporto Orio al serio di Bergamo con il volo delle 6:45 (sabato mattina).
  • Al ritorno siamo partiti con Easyjet dall’aeroporto Adolfo suàrez Barajas di Madrid con il volo delle 20.45 (lunedì sera).

Vi consigliamo di tenere sempre sotto controllo i prezzi perchè potrete trovare delle offerte veramente molto vantaggiose. Noi abbiamo speso all’incirca 55€ (volo andata e ritorno) a testa!

PRIMO GIORNO

Atterrati all’aeroporto abbiamo scelto il mezzo più economico per arrivare al nostro albergo: la metropolitana!  Abbiamo deciso di acquistare l’abono turistico per 3 giorni della zona A (al costo di 18€ cad). Questo abbonamento vi darà diritto di viaggiare illimitatamente per tutti i 3 giorni ed in più è inclusa anche la tratta aeroporto-centro! (potete acquistarlo nelle macchinette all’entrata della metropolitana).

DSC_0468

La metropolitana di Madrid viaggia dalle 6:00 all’01:30 con frequenza di 5 minuti (durante il giorno), di 10 minuti a partire dalle 22:00, di 15 minuti dalle 23:00 alle 02:00.

Per raggiungere il centro basterà prendere la linea rosa e scendere alla fermata Nuevos ministerios, da qui cambiare linea a seconda di dove sarà collocata il vostro hotel. Nel nostro caso siamo scesi a Plaza de Espana.

L’hotel dove abbiamo soggiornato era il Senator Gran Vìa 70 spa hotel. 

12843561

La posizione è a dir poco fantastica! Si trova lungo la Gran Via di Madrid dove, da qui, sarà possibile raggiungere comodamente il centro a piedi! Lo staff dell’hotel è molto professionale e cordiale. Vi accoglieranno con un grandissimo sorriso! Per chi non mastica molto lo spagnolo o l’inglese ci sono due ragazze che parlano perfettamente l’italiano! L’unica nota dolente dell’albero: il wi-fi! Poco funzionale e veramente mooooolto lento!

24686843

Visto che la mattina l’abbiamo passata tra spostamenti e una breve sosta in hotel la prima visita ufficiale è stato lo stadio Santiago Bernabeu, facilmente raggiungibile in metro (stazione Santiago Bernabeu).

DSC_0460

Dopo una bella doccia rinfrescante siamo andati a a goderci il tramonto in uno dei posto più magici di tutta Madrid: il tempio di Debod (vicinissimo a Plaza de Espana).

DSC_0676

Per concludere la serata un fresco Mojito sulla terrazza del Circulo de bellas Artes con una vista a 360° sulla capitale spagnola!

DSC_0741

SECONDO GIORNO

Per la mattinata del secondo giorno abbiamo optato per una passeggiata tra le piazze più importanti di Spagna.

Puerta del sol è il centro di Madrid e un vero e proprio via vai di turisti. Tra le cose più famose da vedere: il cartello di Tio Pepe, la statua dell’Oso e Madrono, e una targa che segna il punto esatto in cui nascono le sei strade radiali di Spagna (davanti alla Real casa De correo). (fermata metro puerta del sol)

DSC_0498

Plaza Mayor, raggiungibile attraverso Calle Mayor, è ricca di bar e caffè. Vi consiglio di visitarla di domenica dove c’è un mercato di monete e francobolli. Seguendo sempre Calle Mayor si entra nel vivo del Los Austrias, un quartiere molto caratteristico!

Plaza_Mayor_de_Madrid_06

Plaza de Espana fra tutte e tre forse è la meno caratteristica. Qui potrete ammirare i monumento a Cervantes e le statue di Don Chisciotte e Sancho Panza.

DSC_0703

Nel pomeriggio visita al famosissimo Parco del Retiro! Le attività assolutamente da fare sono:

  • Noleggio barca per girare in tranquillità il laghetto (costo circa 8,00 €);
  • Visita al palazzo di Cristallo;
  • Passeggiata nella Rosaleda.

DSC_0770

Se non siete troppo stanchi potete continuare il tour alla vicina stazione di Atocha con il suo “giardino tropicale” e passare la serata al Barrio de Las Letras, il quartiere abitato dai letterari.

TERZO GIORNO

Per l’ultimo giorno abbiamo optato per un giro in bicicletta per Madrid Rìo (fermata metro Principe Pio). Mentre per il pomeriggio potete scegliere tra:

  • Visitare l’arena dei tori Las Ventas, leggermente fuori città;
  • Gustarvi una favolosa vista di Madrid sul teleferico (fermata della metro Arguelles).

DSC_0891

IL PARADISO DEL WINDSURF: PRASSONISSI

IL PARADISO DEL WINDSURF: PRASSONISSI

Prassonissi è una località che si trova nella parte sud dell’isola di Rodi ed è il punto d’incontro del Mar Egeo e del Mar Mediterraneo.

10584025_10203654031105215_332544479425989377_n

Durante l’alta marea la striscia di sabbia viene sommersa e i due mari si scontrano tra di loro mentre durante la bassa marea (come è capitato a noi) si forma questa splendida spiaggia.

10641020_10203654031625228_8679297509707056854_n

Questo luogo è un vero paradiso per tutti gli amanti di surf e windsurf che praticano la loro attività soprattutto nel Mar Mediterraneo, più agitato e ricco di onde rispetto al Mar Egeo.

10524678_10203654029945186_7413760553225629228_n

La strada per arrivare non è delle migliori, è una zona molto deserta e poco turistica. Nonostante ciò consiglio, anche a chi non è appassionato di sport, di fare comunque un salto in questo suggestivo luogo per fare qualche foto con tutti questi colori nel cielo!

997061_10203654027985137_8272742721414967867_n

1924360_10203654030305195_7318829117701915062_n

10170701_10203654028265144_6208051557265493973_n

10298914_10203654029065164_4873151765434262542_n

10350338_10203654030905210_4542416603268891365_n

10354085_10203654029465174_2392860526095124254_n

10635901_10203654030705205_5493336318812452005_n

 

LA CASA DI GIULIETTA

LA CASA DI GIULIETTA

In via Cappello si trova la casa più famosa di tutta la città, quella di Giulietta! Chi visita Verona ed è appassionato del capolavoro lirico di Shakespeare non può non fare una visita all’interno della dimora. Il biglietto comprende il tour di tutta la casa che è strutturata su più piani, ma non è grandissima.

Per sapere tutte le informazioni e i prezzi cliccare qui.

1902059_10204053791338971_7253224000122929082_n

10626715_10204053786938861_9031301550091817312_n

10639679_10204053791258969_1969772098153029061_n

Nella visita c’è anche la possibilità di salire e farsi qualche fotografia sul famosissimo balcone!

1947692_10204053790738956_9002524682436709748_n

Una delle attrazioni principali della casa non si trova all’interno ma fuori!

Sto parlando della statua di bronzo raffigurante Giulietta che si trova nel cortile dove milioni di turisti vengono per appoggiare la mano sul seno destro di Giulietta perchè la leggenda narra che compiere questo gesto porti fortuna.

giulietta

Inoltre per i più romantici è possibile attaccare dediche d’amore e poesie sul muro appena dopo l’entrata!

1653286_10204053786298845_5823744716673133041_n

Prima di visitare la casa di Giulietta vi consiglio di vedere il film Letters to Juliet che è ambientato a Verona soprattutto proprio qui nella casa di Giulietta.

Letters-to-Juliet-directe-006

 

I BEACH BOYS SONO TUTTI TRUFFATORI?

I BEACH BOYS SONO TUTTI TRUFFATORI?

Prima di andare in Kenya non avevo idea di chi fossero questi “personaggi”.

I beach boys sono uomini, dai più giovani a quelli più maturi, che affollano le spiagge keniote cercando di vendere ai turisti le loro escursioni; Li riconoscerete subito perchè appena metterete un piede in spiaggia vi assaliranno correndovi contro e proponendovi i loro pacchetti o oggetti.

Molti resort, per “salvaguardare” la tranquillità dei loro clienti, hanno creato delle “linee” che i beach boys non possono assolutamente attraversare e per fare in modo che rispettino queste regole ci sono delle guardie che li controllano.

11924738_10206266319850801_361045177877243523_n

11902402_10206266319530793_1435661607987252344_n

LA NOSTRA ESPERIENZA

Prima di andare in Kenya abbiamo cercato tantissime informazioni su di loro, se erano persone affidabili e se veramente acquistando le escursioni da loro avremmo avuto un risparmio. Ovviamente abbiamo trovato opinioni discordanti. C’era chi diceva di fidarsi e che erano delle bravissime persone e chi diceva di non dargli un centesimo. Non avendo avuto le idee chiare abbiamo deciso di andare a parlare direttamente con loro e vedere che impressioni ci avrebbero dato.

Il giorno del nostro arrivo siamo andati dall’organizzatore delle escursione del nostro resort per chiedere di farci i vari preventivi e subito dopo siamo andati in spiaggia per compararli con quelli dei beach boys.

Neanche abbiamo fatto in tempo a raggiungere gli ombrelloni che già loro, avvistando due facce nuove, hanno cominciato a sbracciarsi e a chiamarci. Gli abbiamo detto che eravamo interessati a sapere i prezzi delle escursioni e così ci hanno chiamato il loro “capo”.

Arriva un uomo sulla quarantina con una serie di cataloghi e bigliettini da visita. Sfogliamo insieme i vari cataloghi fino a quando non parliamo dei vari prezzi e cominciamo la contrattazione. Ingolositi dalla sua offerta decidiamo di prenotare tutte le escursioni da lui (ora non ricordo esattamente tutti i prezzi ma abbiamo risparmiato 200/250€). Eros, così era il suo nome, ci dice che dobbiamo dargli un acconto e il nostro numero di telefono in cambio di una stropicciata ricevuta scritta in matita.

Conclusione?

Ci siamo trovati benissimo! Le nostre escursioni sono state organizzate da Eros e il suo socio Toyota che ci hanno trattato entrambi come dei re! Tutto era organizzato nei minimi dettagli e soprattutto loro sono stati fantastici spiegandoci ogni cosa e trattandoci come degli amici che non vedevano da anni.

11902577_10206270449794047_1048935646839687308_n

11899754_10206295711985586_8291655051971265960_n

Prima di esprimere il mio giudizio volevo raccontarvi un altro episodio.

Come ho già scritto nell’articolo “le 10 cose da fare assolutamente in Kenya” durante la bassa marea dovete assolutamente fare una passeggiata sulla spiaggia durante la quale sarà quasi impossibile non essere accerchiati dai beach boys perchè un altro loro “lavoro” per racimolare qualche soldo è proprio quello di intrattenere i turisti durante la passeggiata. All’inizio anche noi eravamo molto scettici allontanando qualsiasi persona si avvicinasse. Cammina cammina però non siamo riuscita a tenere lontani un gruppo di ragazzi che si sono avvicinati molto cautamente parlando del più e del meno e che alla fine ci hanno accompagnato per tutto il tempo.

Ho dovuto ricredermi, è stato tutto tranne che sgradevole la loro presenza. Ci hanno raccontato tantissime cose su tutto quello che riguardava la loro vita e la loro terra ed erano incuriositi e straniti quando noi gli raccontavamo della nostra Italia.

Vedendo che continuavamo a scattare fotografie hanno cominciato a ballare, cantare e fare acrobazie solo per noi. In più si sono tuffati in mezzo al mare per poterci portare stelle marine, granchi e ricci per farceli vedere da vicino.

Terminata la passeggiata ci hanno chiesto se potevano portarci nei loro negozi che sono delle capanne lungo mare che vendevano tutti oggetti fatti a mano. Da qui è iniziata una scenetta molto divertente.

Gli uomini hanno portato Gennaro nelle capanne che vendevano oggetti maschili mentre io sono stata portata nelle capanne delle donne. Appena finivi di vedere una capanna all’uscita c’era già un’altra persona che ti portava a vedere la sua.

Dopo tutto questo tour de force la cosa più giusta da fare è quella di andare a comprare un pacco di farina o dargli i soldi per comprarlo.

La farina è la cosa più utile che potete regalare a qualcuno, sembrerà assurdo ma loro mangiano la “polenta” mattina, pomeriggio e sera e con un pacco di farina una famiglia riesce a mangiare per giorni!

11899897_10206266325410940_1332721304230155762_n

11873770_10206266326250961_8251154344610355133_n

In conclusione consiglierei di acquistare le escursioni da loro? Ni!

Lo so li ho decantati per tutto l’articolo ma parlando con loro ci hanno spiegato che non tutti sono affidabili e molti di loro prendono i soldi dei turisti e non si fanno più vedere!

Quindi prima di acquistare qualsiasi cosa tenete in mente un consiglio:

PASSAPAROLA: Se conoscete qualcuno che è andato in Kenya prima di voi fatevi dire da chi sono andati o se volete potete scrivere a me e sarò felicissima di darvi tutti i contatti (potete scrivermi un e-mail andando nella sezione contatti del blog o scrivermi nella mia pagina Facebook).

In alternativa potete chiedere a qualcuno del vostro resort (che sta per partire e ha già fatto le escursioni con qualcuno) di consigliarvi l’organizzatore.

11055335_10206295708225492_5793166724294054075_n

11056619_10206266334251161_4590832400100257885_n

11063914_10206295713025612_1994258840300240888_n

11209495_10206295721065813_3359829647469255979_n

11220861_10206266331371089_436800415198541019_n

11224808_10206295703305369_1482598910032130768_n

11880557_10206266329851051_8994814793912980758_n
11887906_10206266335531193_1352907103178470854_n
11889574_10206266320370814_5694895235368274628_n

11891124_10206295705065413_7904890708603003183_n

11891237_10206270461554341_5505516593841233616_n

11896178_10206266332851126_4642222151556117658_n

11898689_10206266327971004_3638197731015517388_n

11898831_10206295703945385_5814970411475982153_n

11903790_10206266335091182_6646671946957835185_n

11908418_10206295718065738_1329884654119884157_n

11919118_10206266326490967_3468069454286361039_n

11923247_10206295716545700_4255651005758917902_n

 

 

 

 

COSA FARE A RODI UNA SETTIMANA?

COSA FARE A RODI UNA SETTIMANA?

La città di Rodi ha molto offrire.

L’isola è perfetta per chi cerca la “vacanza relax” dove poter stare ore e ore sdraiato sulla spiaggia ad abbronzarsi, per chi vuole un pò di “avventura” perchè è possibile andare alla scoperta delle meraviglie locali e per chi ama la “movida” vista la presenza di tantissimi bar e discoteche.

Mappa-Isola-di-Rodi

1- NOLEGGIARE UN QUAD/AUTO

A Rodi ci sono più agenzie di noleggio che ristoranti!

C’è ne sono veramente tantissime e ovunque! Durante la nostra vacanza abbiamo optato prevalentemente per il quad mentre l’auto l’abbiamo presa solo per un giorno. L’isola è facilmente girabile con entrambi i mezzi ma se dovete percorrere lunghe distanze il quad non è proprio il massimo della comodità; Per prima cosa non è veloce come la macchina e poi non è piacevole avere il sole che picchia sulle spalle e sulle gambe mentre state guidando.

Vi consiglio di noleggiarli per più giorni di seguito in modo da avere un piccolo sconto e soprattutto di NON cercare di noleggiarli con poco anticipo (ad esempio per lo stesso giorno) perché sarà veramente difficile trovare ancora qualche mezzo disponibile!

rodi

rodi

2- LINDOS

Non potete e ripeto non potete andare a Rodi e non andare a Lindos.

La strada per arrivare è bellissima perché ci sono tantissimi punti panoramici dove poter fare foto! Quindi macchina fotografica in mano!

rodi

rodi

L’acqua qui è qualcosa di incredibile, azzurra che più azzurra non si può! Rilassatevi prendendo il sole e facendo una bella nuotata.

rodi

rodi

Infine concedetevi un buon pranzo a base di pesce in un ristorante locale! Mi raccomando assolutamente tavolo vista mare!

rodi

3- ACQUARIO DI RODI

Non aspettatevi una struttura immensa come l’acquario di Genova. Questo è molto piccolo ma secondo me si può fare un breve giro in caso di brutto tempo. La sua particolarità è la struttura, fatta di pietre e piccoli sassolini che creano dei mosaici.

rodi

rodi

rodi

4- PRASSONISSI

Prassonissi è uno dei punti più a Sud di Rodi. Qui potrete vedere l’incontro di due mari: il Mar di Levante e il Mar Egeo.

Questo è il paradiso dei surfisti perchè c’è sempre tantissimo vento!

Per saperne di più leggi l’articolo: il paradiso del windsurf – Prassonissi.

rodi

rodi

5- MANGIARE UNA PITA GYROS

Sono stata a Rodi una settimana e per 6 giorni ho mangiato una pita! Essa è un cibo prevalentemente da strada tipico della Grecia molto simile al kebab. Viene cucinata con la pita, il tipico pane rotondo, e farcita con carne di maiale. Provatela assolutamente perchè è buonissima!

rodi

6- AGATHI BEACH

Questa è un’altra spiaggia bellissima dove vi consiglio di andare. Non è assolutamente ai livelli di Lindos però è una valida alternativa per scappare dalla folla che invade Lindos.

rodi

rodi

7- VALLE DI PETALOUDES

Questo parco a Rodi è famosissimo perché, durante i mesi estivi, è possibile vedere migliaia di farfalle. Nello specifico la specie Panaria Quadripunctaria. 

Oltre alla presenza di queste bellissime farfalle il parco è attraversato dal fiume Pelecano che crea piccoli ruscelli e cascate.

rodi

rodi

8- ISOLA DI SYMI

L’isola di Symi è una delle più belle di tutta la Grecia e si può visitare con le tantissime escursioni presenti nell’isola. Non è molto grande ma è un vero gioiellino.

rodi

9- FISH PEDICURE

Nelle vie principali ci sono tantissimi negozi dove è possibile fare la fish pedicure che consiste in una pedicure naturale fatto da piccoli pesci che rimuovono le impurità della pelle.

rodi

10- MONOLITHOS CASTLE

Di tutto ciò che ho visto a Rodi questo castello è la cosa che mi ha emozionata di più. La struttura è quasi completamente diroccata salvo il piccolo monastero e la chiesetta al suo interno.

Qui potrete fare delle foto Pazzesche perchè il panorama è spettacolare.

rodi

rodi

PHOTO GALLERY SENIGALLIA: IL MARE D’INVERNO

PHOTO GALLERY SENIGALLIA: IL MARE D’INVERNO

Senigallia è una bellissima città nella Marche.

Molti di voi la conosceranno per il celebre summer jamboree, un evento che si svolge nel mese di agosto dove tutto è a tema anni’ 50. Essa è una città prevalentemente di mare, infatti ha delle lunghissime spiagge sempre piene di turisti.

Oltre al mare offre anche un grazioso centro storico pieno di negozi e bar.

Il simbolo della città è la Rotonda, una bellissima attrazione in mezzo al mare dove la sera si può andare ad ammirare le stelle.

DSC_0001

DSC_0004

DSC_0006

DSC_0013

DSC_0019

DSC_0021


DOVE MANGIARE?

Senigallia è piena di ristoranti dove si può mangiare dell’ottimo pesce. Sono quasi tutti collocati lungo mare. Il mio preferito in assoluto, dove ceno ogni volta che vado a Senigallia è:

HOSTARIA L’ANGOLINO SUL MARE

Il ristorante è attaccato alla rotonda e potrete mangiare con la fantastica vista del mare. Oltre alla location e alla posizione qui si mangia veramente bene e le porzioni sono tutte super abbondanti. Vi consiglio di prendere gli antipasti misti, non ve ne pentirete!

rodi

LA TARTANA

Ho provato questo ristorante l’ultima volta che sono andata a Senigallia. Anche questo ha la vista sul mare. Il locale è confortevole e ben arredato. Il pesce è freschissimo e cucinato divinamente!

senigallia

LE 10 COSE DA FARE ASSOLUTAMENTE IN KENYA

LE 10 COSE DA FARE ASSOLUTAMENTE IN KENYA

Il Kenya mi è rimasto nel cuore.

Abbiamo passato una settimana in un vero paradiso terrestre con delle persone stupende che ci hanno fatto vivere delle emozioni pazzesche.

kenya

Abbiamo cercato di vedere e fare tutto quello che questa terra poteva offrirci. Di seguito le 10 cose che (secondo noi) dovete fare se andate in Kenya!

1- PASSEGGIATA DURANTE LA BASSA MAREA

Il Kenya è soggetto al fenomeno delle maree. Più volte nell’arco della giornata il mare si innalza e si abbassa creando nell’oceano delle lingue di sabbia dove è possibile fare delle bellissime passeggiate. Camminando avrete la possibilità di vedere pesci, granchi e stelle marine.

kenya

kenya

2- FABBRICA DEL LEGNO

Se dovete prendere qualche souvenir vi consiglio di acquistarli proprio qui. All’interno troverete tantissimi oggetti artigianali mentre all’esterno potrete vedere la realizzazione di essi; vedrete uomini e donne seduti per terra lavorare il legno in tutti i modi e in maniera velocissima.

kenya

kenya

3- PESCA D’ALTURA

Qui dobbiamo aprire una bella parentesi. Questa attività non è assolutamente consigliata ai deboli di stomaco! La barche sono in genere molto piccole e vi porteranno oltre la terza barriera corallina dove il mare è tutto tranne che calmo. Consiglio questa attività a coloro che amano la pesca e sono abituati a praticarla.

Io sinceramente, tornando indietro, non lo rifarei! (Per chi non l’avesse capito ho lasciato la cena del giorno precedente in mezzo all’oceano).

kenya

kenya

4- VILLAGGIO MASAI

Se andate in Kenya non potete non andare all’interno di un villaggio Masai. Per chi non lo sapesse i Masai sono un popolo semi-nomade dove i membri sono vestiti sempre di rosso. La loro particolarità sono i salti in alto. Si avete capito bene i salti! Sono in grado di fare dei salti altissimi.

Se visiterete un loro villaggio vi faranno assistere a balli e canti tradizionali dove vi sfideranno a saltare più in alto di loro.

kenya

kenya

5- SPIAGGIA DORATA

Come dice il nome la particolarità di questa spiaggia è proprio il colore, oro!  Le sfumature dorate della spiaggia creano un atmosfera molto romantica. Vi consiglio di andarci all’alba o al tramonto.

kenya

kenya

6- BAOBAB GIGANTE

Il Kenya è pieno di Baobab, i giganti buoni. Sotto questi alberi gli anziani consigliavano i più giovani, tramandando la loro sapienza. Su molti di essi vi è possibile salire con delle apposite scalette.

Baobab? Vuoi dire l’albero farmacista o l’albero della vita perché ogni parte del Baobab può nutrire dissetare e curare.”

kenya

kenya

7- SAFARI BLU

Il safari blu include la visita della Sardegna 2 che è una bellissim-issima spiaggia! L’acqua è di un azzurro incredibile e la sabbia bianchissima. Qui potrete fare snorkeling o sdraiarvi a prendere il sole in mezzo all’oceano indiano.

kenya

kenya

A seguire potrete vedere un isola con un ricchissima presenza di Mangrovie. Inoltre potrete fare delle foto con tantissime stelle marine. Ricordatevi che non potete assolutamente portarle in Italia quindi dopo aver fatto le foto rimettetele nel mare.

kenya

kenya

Nel safari blu è incluso anche un pranzo tutto a base di pesce freschissimo cucinato al momento e se volete vi offriranno anche un buon caffè.

kenya

kenya

Infine visiterete l’isola Waka-Waka, dove potrete ballare e cantare con la popolazione locale.

kenya

kenya

8- VISITARE UNA SCUOLA

Ogni volta che vi sposterete lungo la strada ci saranno tantissimi villaggi. I bambini appena sentono il rumore di una macchina e vedono a bordo turisti cominciano a correre. Ti corrono incontro gridando “Ciao! Caramella!” “Caramella!” . Quelli un pochino più grandi si mettono lungo il bordo della strada e fanno acrobazie per cercare di fermare il furgoncino. Le guide ci hanno spiegato che i villaggi vicino al mare sono più “ricchi” perché riescono a procurarsi, attraverso la pesca, il cibo più facilmente. Quelli nell’entroterra sono molto più poveri.

Se potete portate dall’Italia quanto più possibile. Noi quando siamo partiti abbiamo riempito solo una valigia di oggetti da lasciare. Vestiti, scarpe, quaderni, penne, colori ecc…

Non bisogna dare ai bambini caramelle perchè poi si cariano i denti e non bisogna dare loro dei soldi perchè poi smettano di andare a scuola.

Quando siamo andati a visitare la scuola i bambini ci hanno accolto cantando e facendoci sentire le parole in italiano che sapevano. Il momento più bello è stato però quando gli abbiamo consegnato tutti gli oggetti che avevamo portato. Erano tutti felicissimi e tra di loro parlavano entusiasti di quello che avevano ricevuto. Per loro era come la mattina di Natale.

kenya

kenya

9- ROBINSON ISLAND

Questa isola mi ha lasciata senza parole. Dovete assolutamente andarci perchè è incredibile! Se andate durante la bassa marea potete raggiungerla a piedi altrimenti durante l’alta marea l’unico modo possibile è in barca.

L’impressione che mi ha dato è quella di essere su un’isola deserta perchè troverete prettamente pescatori e pochissimi, se non nessun, turista.

kenya

kenya

10- SAFARI

Descrivere il safari fatto in poche righe è veramente difficile (infatti scriverò un articolo interamente dedicato). Vi dico solo che in Kenya è possibile fare il safari in due parchi: lo Tsavo east e il Masai Mara.  Noi abbiamo fatto il primo che è quello che fa la maggior parte dei turisti, questo perchè per andare al Masai Mara bisogna prendere l’aereo e ovviamente i costi si raddoppiano.

Fra tutte le attività che vi ho consigliato questa è la più caratteristica e quella che dovete assolutamente fare perchè non potete andare in Kenya e non fare il safari.

kenya

kenya

 

PAVIA: DOVE MANGIARE E DOVE DORMIRE!

PAVIA: DOVE MANGIARE E DOVE DORMIRE!

Pavia non è molto grande come città ed infatti è possibile visitarla a piedi. Proprio per questo occorre trovare un hotel con una buona posizione. Nella mia breve (anzi brevissima) visita ho soggiornato presso l’hotel Aurora.

hotelL’hotel non è molto grande ma le sue camere sono veramente graziose e hanno tutto l’indispensabile.

DSC_0201Inoltre la sua posizione è ottima! Per coloro che arrivano in macchina c’è un parcheggio proprio davanti alla struttura (purtroppo a pagamento) e per colore che arrivano in treno la stazione è a 5 minuti a piedi.

DSC_0205


Volevo consigliarvi anche un ottimo ristorante dove ho cenato. Si chiama Antica Trattoria Ferrari .

pavia

Il posto è molto particolare, sembra di essere a casa della “nonna”.

Oltre alla location e allo staff super cordiale abbiamo mangiato benissimo! Cucinano piatti molto ricercati facendo un mix di prodotti e sapori. Vi consiglio di prendere assolutamente gli antipasti misti e i dolci!

pavvia


CONSIGLIATI DA VOI

Visto il mio breve soggiorno non ho avuto modo di provare qualche altro ristorante o trattoria così ho chiesto a voi dove consigliereste di mangiare ad un vostro amico.

OSTERIA DELLA MADONNA DA PEO

pavia

LA KORTE DEI SAPORI PERSI

PAVIA